Curcuma

la Curcuma ha un colore che ricorda quello dello zafferano, e di strada ne ha fatta davvero tanta. Originaria dell’India e Indonesia, è coltivata in tantissimi paesi del mondo, insomma una radice senza radici!

In Europa ci è arrivata dall’India e dall’Arabia, poi ha attraversato l’Oceano Atlantico per arrivare nelle Americhe.

Ma che ci si faceva con le spezie? Posso garantirvi un sacco di cose. A cominciare dall’uso …ancora in uso...l'uso alimentare come insaporitore di pietanze, per la conservazione degli alimenti e i farmaci.

Le spezie, come qualsiasi bene di lusso, erano anche uno status symbol per chi se le poteva permettere e ostentare…ovvio!

La curcuma fa bene?

Vediamo allora se questa spezia ha delle proprietà benefiche o meno. La curcuma ha diverse proprietà sull’apparato digerente, stimola la produzione di bile, utile nella dispepsia e si usa come Epatoprotettore. Per altre proprietà così tanto pubblicizzate negli ultimi tempi, io consiglio sempre di farsi un’idea sulle basi di ricerche scientifiche attendibili.

Come si usano oggi le spezie?

le spezie sono ormai ovunque, reperibili facilmente in ogni angolo del mondo. il loro uso è legato alla cucinba, ma rimane anche quello nell'ambito delle medcine altrenative.

La curcuma in cucina trova le sue massime espressioni. mentre nell'abito delle medcine alternative fa parlare molto di sè. il mio consiglio è quello di ricercare sempre studi acrcreditati che domostrino l'efficacia.

La curcuma da sola o accompagnata? Sola va bene, ma il meglio di sé lo darà in miscele di spezie più o meno note. È una di quelle spezie social, si trova quasi sempre in miscele di spezie come curry e masala indiani, chili messicani e nella senape alla quale conferisce anche il suo colore caratteristico.

Seguendo le tracce della curcuma quindi si può andare dall’Asia all’America, passando dall’Africa. Perù, Brasile, Pakistan e Thailandia tra i maggiori produttori.