I viaggi dei ravioli

Il raviolo simile al fagotto dell’eterno viandante

I viaggi dei ravioli

I ravioli sono ovunque nel mondo, diaspora di sapori che si contaminano strada facendo. Come me. Il mio fagotto, un sacco che contiene l’indispensabile per la libertà di movimento nella continua ricerca del mondo, è come un raviolo. Un raviolo è un “fagotto” che rappresenta proprio la sintesi del viaggio delle idee, delle genti e dei sapori, ripieno con il minimo indispensabile per soddisfare il bisogno di nutrirsi con gusto.

Ispirazione al viaggio, tra itinerari da scoprire e antropologia del cibo, I viaggi dei ravioli per scoprire luoghi e culture che grazie al cibo si svelano e rivelano.

Non scherzo, ma i ravioli possono essere una eccellente fonte di ispirazione per itinerari gastronomici, e non solo.

Grazie ai “ravioli” si possono scoprire tradizioni locali, ingredienti e cucina, storia e migrazioni, perché questo piatto si trova ovunque nel mondo nonostante le innumerevoli differenze.

Perché i viaggi dei ravioli?

Perchè sono come il mo fagotto, essenziali.

Sfoglia ripiena, i ravioli o dumplings in inglese, ci fanno percorrere dei viaggi lunghissimi, si trovano ovunque, in varie forme e dimensioni, diverse farciture e modi di cottura. Dai paesi tropicali a quelli freddi questo piatto è un globetrotter della cucina.

Qual è l’origine dei ravioli?

Come sempre ci sono varie teorie, e non si può dire che siano partiti da un luogo preciso. Gli antichi romani li mangiavano, o mangiavano qualcosa di molto simile ad un raviolo, e chi lo dice? Apicio, ma i cuochi cinesi li preparavano da anni prima.

I ravioli probabilmente sono stati creati in modo spontaneo per essere contaminati da scambi e migrazioni di popoli. La loro funzione principale era quelle di distribuire a più persone possibile piccole quantità di carne, semplicemente per sfamare tante persone. Una sorta di un po’ per tutti, avevdo poca roba in cucina. Poca carne, con verdure, spezie e un impasto a base di farine di varia origine, un boccone nutrizionalmente equilibrato, completo e saporito.

Come farsi ispirare dai ravioli?

L’antropologia del cibo aiuta a capire come i popoli abbiano sviluppato i loro piatti tradizionali e i comportamenti in relazione al cibo. Proprio per questo, seguire gli itinerari della diffusione dei ravioli nel mondo è interessante e divertente. Emozionano ed evocano la memoria gustativa, musica per il palato.

Come sono fatti i ravioli?

I Ravioli sono un alimento universale, la sfoglia è fatta a base di farina di cereali, patate, o pane. Possono essere ripieni di carne, pesce, verdure, formaggi e chi più ne ha ne metta! Possono essere bolliti, cotti al vapore, fritti o al forno. Il ripieno può essere con un solo ingrediente o tanti insieme. I ravioli possono essere dolci o salati.

I ravioli italiani?

Tanti nomi, ripieni di tutto, tante forme e dimensioni, in Italia se si vuole seguire I viaggi dei ravioli ci si perde in una territorialità unica di sapori.

I viaggi dei ravioli, sono una proposta di viaggio che per ogni raviolo del mondo segue un itinerario o un paese da scoprire e dove andarli a trovare. Potrei anche scovare donnine che ci possano insegnare come farli in casa…chiacchiere e cibo….ravioli!

Volete mangiare dei ravioli prelibati da tutto il mondo rimanendo in Italia? 

Festival Ravioli dal mondo. Appuntamento annuale dove protagonista assoluto sarà il raviolo nelle sue molteplici e cosmopolite sfaccettature: un viaggio nel mondo alla scoperta delle diverse versioni del raviolo, tra tradizione e originalità https://www.eataly.net/il-festival-il-mondo-in-un-raviolo/

fonti: Libro:  Dumplings Barbara Gallani Reaktion Books ltd

wikipedia